per non confondere il pus con il collagene

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Elisa il Ven Lug 06, 2012 6:54 am

sull'esempio di una di noi che invitava tempo fa a capire cosa accade nella pelle quando ci sono batteri, ho cercato di venire a capo della mia esperienza fenomenologica in fatto di cicatrici. Non so voi, ma a me non sembrano mai le stesse. Se tutto va bene, dopo aver schiacciato un poro, esce sangue e la ferita inizia a richiudersi, diventando da rossa scura a marrone e poi nera. E' la situazione migliore, perché la cicatrice residua cade via, lasciando la pelle (apparentemente, lo so che è tessuto nuovo e che il vecchio è andato ormai) intatta. Nel peggiore dei casi la ferita rimane gonfia, dolorosa e circondata da un contorno biancastro, che io (povera pazza) continuo a stuzzicare per far venire fuori la materia bianca sottostante. Intuitivamente pensavo che, essendo il processo di cicatrizzazione casuale, fossero rimaste in quel caso impurità e che toccava a me ripulire per bene la cicatrice. Ma nel 90% dei casi il mio stuzzicare non fa altro che demolire la fase cicatriziale, nel senso che la crosta si stacca, fuoriesce sangue misto a materia biancastra, la pelle fatica a cicatrizzare e alla fine mi rimane un bel segnaccio indelebile bianco. La mia profonda ignoranza o completa cecità mi impediva di capire che quella materia biancastra non è pus, ma collagene. Ho sfogliato alcuni manuali di dermatologia su google-books, poi ho visto anche questo thread online (http://r68e.forumfree.it/?t=55186125) e a questo punto non ho dubbi sulla gravità di quel che faccio. Ma il thread che vi segnalo sottolinea che a confondere pus e collagene si fanno sempre danni! così inizio un esperimento: vediamo cosa succede a non toccare le due grosse cicatrici che mi sono procurate ieri. Voglio smetterla, ragazze, penso di aver toccato il fondo quest'anno e l'unica cosa che non ho mai veramente fatto è una sola: non toccarmi assolutamente. Non ho mai passato un solo giorno da 7 anni a questa parte senza toccarmi la pelle. Non fare nulla (a parte disinfettare), mi sembra la sola possibilità da tentare ancora inesplorata.
avatar
Elisa

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 13.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Viola il Sab Lug 07, 2012 1:00 am

....


Ultima modifica di Viola il Dom Feb 01, 2015 11:58 am, modificato 1 volta

Viola

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 26.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Grazia il Sab Lug 07, 2012 6:10 pm

Anch'io ho sempre creduto che quella roba fosse pus! Chissà come sarebbe liscia e normale la nostra pelle senza anni di devastazioni. Pensate mai a questa cosa? A vedervi come sareste in una vita parallela dove per gli ultimi 15 anni non vi siete schiacciate neanche un brufolo?
La mia situazione cicatriziale è identica a te Viola: sul corpo, specia schiena, ho cheloidi rilevati bianchi, sul viso buchi. Per i cheloidi non si può fare niente, quando me l'ha detto il mio derm sono tornata a casa sconcertata. Anche per i buchi è lo stesso. Accidenti!

Grazia

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente http://acneescoriata.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Viola il Dom Lug 08, 2012 1:31 am

......


Ultima modifica di Viola il Dom Feb 01, 2015 11:59 am, modificato 1 volta

Viola

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 26.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  chii il Dom Lug 08, 2012 1:38 am

Ecco che scoprire cose del genere mi fa sentire una totale idiota! Anch'io scambiavo il collagene per pus e insistevo sulla ferita finchè non sanguinava e basta, senza liquido biancastro, visto che nella mia mente malata solo così l'impurità se n'era andata! Altra informazione da archiviare nel reparto del cervello "prova a toccarti un'altra volta e ti taglio le manine".
Che poi adesso il mio problema più che lo strizzamento è la mano che automaticamente va a grattare qualunque superficie non liscia della mia povera schiena.
Credo che andrò a tagliarmi le dita unghie.

chii

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 25.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  gio il Gio Lug 12, 2012 10:40 am

cOLllagEnee Shocked
povera faccia mia...quanto collagene ho tolto fino a due secondi fa..ora mi leggo bene bene l'articolo che hai messo...cacchio..credevo di dare una mano alla ferita..è assurdo...

G. ci penso sempre anche io..poi guardo la faccia delle mie sorelle e mi rispondo che sarebbe così la mia pelle...senza macchie...senza le rughette che già mi stanno spuntando per colpa dei troppi "brufolicida-seccapelle" che ho usato per anni..
ma piangere sul tempo perso è solo demotivante..molto demotivante:( ma possiamo fermarci prima che il danno sia peggiore..possiamo:(

gio

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 02.05.12

Vedi il profilo dell'utente http://lamatitadigio.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Elisa il Gio Lug 12, 2012 12:59 pm

in realtà qui servirebbe il parere di un esperto, perché sui libri si trova solo la spiegazione del caso generale e mai particolare. Delle due cicatrici gonfie che avevo, una è "seccata" da sé, nel senso che è diventata nera e poi è caduta da sé (lasciando ennesima macchietta bianca); l'altra invece continuava a gonfiarsi nel contorno, che era disgustosamente bianco, e alla fine l'ho schiacciato, ma stavolta, forse perché era passato molto tempo, è venuto fuori solo siero e poco sangue e il giorno dopo la ferita era richiusa in modo standard (cicatrice rosso scura, nera, caduta spontanea senza residui). Quindi, che dire: è vero che non bisogna stuzzicare la crosta, perché questa si infetta e reagisce a modo suo in funzione antibatterica, ma è anche vero che la cicatrizzazione è cieca, cioè può anche capitare che cicatrizzi lasciando un margine di pus o materia che, effettivamente, se rimosso in modo meccanico dall'esterno (cioè da noi), PUo' velocizzare la cicatrizzazione. Ma non c'è nessuna regola, è tutto molto casuale e il risultato è lo stesso: infinite macchiette bianche post-cicatrizzazione....
avatar
Elisa

Messaggi : 91
Data d'iscrizione : 13.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: per non confondere il pus con il collagene

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum