parere sul picking di una naturopata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Grazia il Gio Nov 07, 2013 6:52 pm

Ciao a tutti, è da un bel po' che non ho scrivo. Volevo aggiornarvi sulla mia situazione. Come forse ricordate convivo da poco più di un anno, e questo ha esacerbato un sacco di problemi che mi porto dietro da una vita ma che prima non avevo messo forse bene a fuoco. Negli anni passati ho comunque consultato diversi psicologi, avendo anche sofferto di una depressione 3 anni fa, però è come se adesso il mio malessere sia venuto fuori in modo dirompente, forse perché mi scontro continuamente con un modo di vivere diverso dal mio, cioè quello del mio compagno che mi fa notare di continuo quanto sono brava a rovinarmi la vita con l'ansia, creando problemi che non esistono, aggravati poi dall'acne escoriata, che mi ha resa sempre meno gradevole ai suoi occhi. Ogni giorno è motivo di ansia e battibecchi, e l'aria è diventata invivibile: ho sperimentato una sofferenza profondissima che prima non avevo mai provato. Così in estate ho iniziato a vedere una naturopata. Lei pratica sedute di quella che chiama liberazione, in cui ti fa ripercorrere esperienze del passato per capire la matrice dei problemi e poi associa il tutto a cure naturali. Pur non condividendo del tutto l'impostazione "naturale", che secondo me oggi è più che altro una moda (chakra, bioenergia, meridiani...), mi sembra una persona in gamba e con molta esperienza, che mi ha fatto riflettere razionalmente su diverse cose. Erano cose a cui avevo già pensato, ma che non avevo scandagliato così a fondo. Vi riporto un riassunto di ciò che è saltato fuori, ma in gran parte sono cose che su questo forum ci siamo già dette.

La causa della mia infelicità e del mio squilibrio sarebbe la ricerca costante di un mondo perfetto che così non è, e la non accettazione dell'imperfezione né in me né nel prossimo. Questo mi porta a provare costantemente un senso d'inferiorità e inadeguatezza alle situazioni, e a una non-vita perché schiava di un alter ego che giudica sempre il mio operato. Avrei interiorizzato un modo di vivere ansiogeno e perfezionista dei miei genitori, che ora diventa il parametro di ogni mia azione e da cui non riesco a liberarmi, che si associa a un senso di colpa se non riesco a rispettarlo. Mi ha detto che dovrei semplicemente lasciarmi vivere, e per farlo mi ha fatto andare a ritroso nel tempo, a immaginare mia madre da piccola, e il suo rapporto malato con sua madre, un'altra perfezionista e così via. Secondo lei la chiave è là, nel passato, nella nostra pre-condizione di esseri umani, già da quando eravamo feti. Siamo vittime degli sbagli di chi ci ha preceduti. La soluzione sarebbe fregarsene del giudizio altrui, delle brutture del mondo, e godersi la vita senza volere che sia tutto al posto giusto. In effetti in tutti questi anni non ho vissuto davvero e se ci ripenso ci sto davvero male. Ho parlato più volte dei miei rimpianti, di cosa darei per tornare indietro, almeno ai tempi dell'università, se non al liceo.

Grazia

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente http://acneescoriata.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  brigitte il Gio Nov 07, 2013 11:58 pm

Penso che la ricerca di un mondo -a noi- perfetto, più o meno conscia, sia caratteristica di tutti noi sofferenti di dermatillomania...
Mi ritrovo in pieno nel ritratto che ti ha fatto il naturopata...pensa che per me è stato l'iridologo a dirmi del rapporto conflittuale con i miei genitori (soprattutto mia madre...e sarà forse per questo che non riesco affatto a desiderare la maternità?), poi anche l'omeopata mi dice che sono io che devo decidere e prendere in mano la mia vita.
"Se potessi tornare indietro" l'ho pensato spesso, ma ultimamente penso di più al presente e sento con urgenza il desiderio di fare qualcosa e cambiare perchè sento che il tempo passa e temo di continuare a vedere la vita che non ho vissuto sfuggirmi tra le dita...

Dobbiamo imparare a decidere senza pensare agli altri, essere padroni di noi stessi e della nostra felicità...facile a dirsi...
Sto leggendo, a questo proposito, un libro che cambia un po' l'approccio tradizionale a problemi come i nostri...ve lo consiglio caldamente

Carla Picardi, Tu puoi trasformare il tuo mondo, Edizioni Salus

Credetemi non è il solito libro!

'notte:alien: 

bri
avatar
brigitte

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 06.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Grazia il Ven Nov 08, 2013 10:53 am

Ciao brigitte, è vero, di tutte queste cose siamo già consapevoli, il problema è metterle in pratica. Da dove partire? Come fare? Io faccio uo sforzo cosciente per ricacciare l'ansia, non pensare ai miei errori, non avere paura. Ecco ciò che dico a me stessa razionalmente:

- non è la fine del mondo se la cosa va male, si può rimediare
- non è importante, ci sono cose molto più gravi
- non è colpa tua, non dipende da te
- non bisogna fare drammi, o le persone attorno si allontanano perché sei triste
- devi mantenere la calma, ora tocca mettere in pratica tutte quelle belle parole
- non temere il giudizio di quella persona, non conta niente nella tua vita, non la rivedrai mai più
- è inutile torturarsi a pensare che poteva andare diversamente, che potevi non sbagliare, fai solo del male alla tua salute, e devi preservarla o s'instaura un circolo vizioso
- non temere da ora che le cose vadano male, ci penserai dopo
- non angosciarti prima del tempo se una scadenza è ancora lontana
- non intepretare sempre nagativamente i segnali che t'inviano gli altri, hai avuto la riprova che non è quasi mai come pensi
... e via dicendo.

Eppure continuo ad avere paura del mondo, degli altri, del futuro, a detestare la mia persona e a soffrire. Quanto è difficile, non potevamo essere nati diversi così non facevamo alcuno sforzo?

Non avevo sentito mai parlare di iridologia, e volevo chiederti di cosa parla il libro, m'incuriosisce. Mi dispiace sentire di tua madre e dei tuoi rimpianti. È una cosa che accomuna tutti noi.
E grazie per la comprensione. Wink

Grazia

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente http://acneescoriata.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Nina3 il Sab Nov 09, 2013 4:13 pm

Io conosco bene le cause dei miei problemi, so da dove vengono. Non ho un bel rapporto con la mia famiglia che mi ha creato parecchie insicurezze. Sono profondamente diversa da loro, e la mia sensibilità non è mai stata compresa. Ma una volta capite le motivazioni, comunque la mia vita non migliora di una virgola. Dovrei accettare che le persone non cambiano, e cercare di farmi scivolare addosso i loro giudizi, perché tanto sono i giudizi di persone che pur essendo la mia famiglia, non mi conoscono affatto. Purtroppo non ho ancora capito come si fa.

Nina3

Messaggi : 466
Data d'iscrizione : 15.08.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  debh il Dom Nov 10, 2013 9:39 pm

G. mi ritrovo tantissimo in quello che hai scritto!!!
Anche io sono sempre ansiosa, non in maniera patologica, ma qualsiasi cosa mi provoca ansia e anche le cose belle le vivo come se fossero una prova di vita e riesco a vivere male anche quelle! Sad
Sono in cura da una psicologa che mi ha molto aiutato.
Ho un superio ipertrofico, ovvero quella voce interiore che mi fa sentire sempre inadeguata e che non e' mai contenta del mio operato.
Non a caso anche io ho avuto una nonna perfezionista che ha sempre fatto sentire inadeguata me e mia madre, non dandogli  
la possibilita' di fare la madre a tutti gli effetti (vivevo in casa con mia madre e mia nonna).
Alla fine mia nonna era come un secondo genitore autoritario,  anaffettivo e sempre insoddisfatto della sottoscritta che mi ha portato ad avere una bassa stima di me stessa.
Questo comporta in alcuni momenti di avere piu bisogno del supporto psicologico ed affettivo delle persone care ma il mio ragazzo non riesce a capire quando ho piu bisogno di una parola dolce o di una dimostrazione di affetto (del semplice supporto), al contrario vede in tutto questo una debolezza.
Mi ritrovo spesso a massacrarmi le imperfezioni e anche se mi dico questa e' l'ultima volta! Ci ricasco ogni volta...
Credo che quando staro' bene con me stessa riusciro' a non cadere piu' nel tranello della dermatillomania ma mi chiedo se riusciro' mai a raggiungere il traguardo.
In effetti e' come se il massacro del volto porti fuori i sentimenti che ho dentro di profondo odio di me stessa.
Ovvero cerco di celarli e spesso ci riesco e le cose sembrano andare bene.
Poi CRACK mi massacro mi guardo allo specchio e mi detesto!!!
Cerco di non pensarci ma la mia immagine mi rimanda solo disgusto!
Forse psicologicamente e' proprio il mio io che si vuole far sentire, vuole gridare a me stessa e agli altri  che non  va bene, che forse devo smetterla di comportarmi come se tutto andasse bene, che mi sento ferita e ho bisogno di cure ed attenzioni (affettive).
Tutto questo sta effettivamente venendo fuori adesso, dopo l'ennesimo massacro, credo che sara' il tema della prossima seduta di analisi...
Che dire, rispondendoti e' venuto fuori tutto questo e non posso che ringraziarti!
(Sfogarsi un po e rendersi conto di aver scoperto qualcosa in piu su se stessi non puo fare che bene!)

debh

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 03.01.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Grazia il Lun Nov 11, 2013 9:20 pm

È proprio questo il nocciolo della faccenda: abbiamo capito la fonte delle nostre insicurezze, i nostri rapporti con i familiari non sempre equilibrati, ma non sappiamo come uscirne. Mi dispiace Nina che non ti senti capita dalla tua famiglia, anzi ti senti giudicata. E mi dispiace anche per te debh, cresciuta con una nonna così. Dovremmo trovare la forza di cambiare, di diventare persone nuove. Ci vuole moltissimo sforzo e non è detto che si riesca. Non lo so proprio.

Grazia

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente http://acneescoriata.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  gionny il Mar Nov 12, 2013 12:06 am

Ciao ragazze ieri avevo scritto un papiro ma conettendomi dal cel di mio marito (che non so usare) mi si. e' cancellato tutto . questo e il motivo perche purtroppo scrivo. poco non ho piu il pc. comunque veniamo a noi! Mi ritrovo in tante cose che avete raccontato la paura di .non farcela il.sentirsi inadeguati e inferiori! Credo proprio che la .dermatillomania sia una conseguenza atutto cio che sta dietro..molte volte mi dico se.nn avesi i segni in viso andrebe tutto.meglio e guarirei ma .mento a me stessa perche ho avuto tempi in cui la pelle stavva bene ma sono finita con il farmi male ugalmente! Per prima. cosa quello che ci frega a tuttte noi e la nostra
forte sensibilita' infatti gli ingnoranti son quelli che vivono e stanno meglio di .tutti! Poi anche a.me capita quasi sempre di avere ricadute quando devo fare qualcosa di nuovo questo perche abbiamo paura delle novità di metterci magari a
confronto con persone chle non conosciamo e quindi partiamo gia con l idea che gli altri saranno migliori di noi!
Vi faccioun esempio : 2 sett fa sono dovuta andare a un compleanno a 300 km.da casa mia da alcuni parenti.di mio marito.e ovviamente il.giorno prima ho fatto il.danno! Forse la paura di incontrare gente. nuova la paaura di essere inadeguata! Il.sentiirmi sempre inferiore lo svalutarmi in continuazione fatto sta .chqe sono andta comunque sentendomi male tututt. il.giorno perché. il mio pensiero era sempre.fisso sul fatto che gli altri sanno godersi la vita e io no!il farsi m male.dopo una bella giornata mi. fa pensare che lo faccio perche non mi. ci ritrovo a stare bene nel senso che sono talmente in maggioranza le giornate in cui sto male che
è un po come una
fottuta abitudine e che lo stare. bene tanto prima o poi fiNira! Infati quando sto bene inizio a pensare a cose come: e se succede qualcosa di brutto proprio ora che son serena? Tanto vale star male! E
poi anchep la giornata serena la vivo sempre.con ansia perché. ho la paura
di ricascari non vivo mai in pieno una giornta serena! Questo non va asslolutamente
bene ragazze è così anche per voi? Dobbiamo trovare un modo per star bene Con noi stesse trovare il nostro equilibrio dovremmo veramentey fregarcene degli altri e penSare a Noi stesse a stare bene noi solo. cosi finirà. la dermatillomania che è solo una. consegusnza di tutto! Quanduo saremmo
vecchie poi? Che ricordi .avremmo.chi avremo al nostro fianco ?
Magari nessuno e io sono stanca di sprecare
la mia vita così. scusate la scrittura ma
non so usare bene il cellulare. un bacio
a tutte
avatar
gionny

Messaggi : 450
Data d'iscrizione : 10.07.11
Età : 23

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  debh il Mar Nov 12, 2013 4:25 pm

Dato che l'escoriazione dell'altro ieri sera e' stata piu grave delle volte scorse, ieri mattina ho chiamato una clinica vicino casa mia e ho richiesto una visita dermatologica, datami il giorno stesso per le 16e45, che fortuna! Certo ce ne e' voluto di coraggio per presentarmi in quelle condizioni (avevo il cappello con visiera calato sulla fronte il piu possibile).
Entro nello studio (del dermatologo che mi aveva gia visitato in precedenza in una situazione di pelle normale e prescritto una serie di creme spicifiche che mi hanno aiutato) e gli spiego che le lesioni le ho praticamente procurate da me dato che soffro di dermatillomania e che quando sono nervosa non riesco a fermarmi dallo spremermi le imperfezioni.
Mi dice che mi dara' una cura per le ferite ma che devo rivolgermi ad uno specialista, neurologo o psichiatra, che lui potrà aiutarmi con dei farmaci dato che mi trovo in un momento difficile, che poi li prendero' sempre meno fino a smettere, ma che al momento mi sfogo su me stessa e che da sola non ce la posso fare.
Non sono riuscita a fermarmi dal piangere, un po anche per il sollievo di aver visto riconoscere la mia attuale situazione.
Domani ho la visita dalla psicologa alla quale spiegherò che voglio continuare la terapia e che mi ha aiutato molto ma che devo e voglio rivolgermi ad uno specialista.
Sono sempre per lo piu triste e apatica, non ho le forze per fare le cose tranne le cose base (spesa, casa, me stessa) e non riesco a studiare. (Non a caso mi sono escoriata il giorno prima di una revisione che evidentemente mi dava troppa ansia e cosi dopo l'escoriazione non mi sono ovviamente presentata).
Un lavoretto non se ne parla, non riesco neanche a segnarmi in palestra, insomma sono bloccata, il blocco non si sblocca (anche se e' stato  molto smussato dopo 1 anno di terapia ma la strada e' ancora lunga). Devo farmi aiutare per stare meglio dentro,fare cosi cose mi porteranno a essere piu soddisfatta di me stessa. Non ne vedo altra via d'uscita. Mi sono stufata di sentirmi in colpa per non fare cose, deludere aspettative non intenzionalment,e ma perche' non ho energie per fare cose a causa della depressione! Anche gli altri lo devono capire perche' per loro e' piu facile pensare che sono pigra e non ho voglia di impegnarmi invece di vedere il problema vero per quello che e'. Mio zio mi fa ma come e' possibile che lo spremersi i brufoli, lo fanno tutti, centri con la psicologia, e io si ma se mi vedessi adesso per come sono capiresti che non e' il caso di essere superficiali sulla questione e che se sta volta mi sono maciullata in  questa maniera la prossima volta che potrei fare? Mi se mi esce un brufolo in qualche zona piu delicata e mi faccio qualcosa di grave? Non voglio che accada piu e far finta di niente per accontentare e tranquillizzare gli altri. Se ne devono rendere conto.

debh

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 03.01.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Sandro1983 il Mer Nov 13, 2013 11:59 am

Io ho fatto cure psicologiche nonché psichiatriche ma su di me non hanno avuto effetti benefici ne per l'ansia tantomeno per la dermatillomania,peró è senza dubbio una strada che tutti devono provare...

Sandro1983

Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 26.04.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Grazia il Mar Dic 17, 2013 12:52 pm

Com'è andata dallo specialista, debh? Ci sei andata?

Grazia

Messaggi : 521
Data d'iscrizione : 01.06.11

Vedi il profilo dell'utente http://acneescoriata.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: parere sul picking di una naturopata

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum